Tappeti elastici per cellulite: aiutano? Quali sono gli esercizi?

1
2
3
4
5
Garlando Fit & Balance, Trampolino Indoor, M (Ø 122 cm), Nero/Blu
Physionics Mini Trampolino - Diametro a Scelta (81, 91, 96, 102, 114, 122 cm), Piedini in Gomma...
Relaxdays 10020801, Trampolino, Tappeto, Elastico E Pieghevole Unisex – Adulto, Blu, 22 x 95 x...
V-Fit GE2, Tappeto Elastico
OneTwoFit 101 cm Trampolino Fitness Richiudibile Resistente & Sicuro con Copertura di Protezione...
Garlando Fit & Balance, Trampolino Indoor, M (Ø 122 cm), Nero/Blu
Physionics Mini Trampolino - Diametro a Scelta (81, 91, 96, 102, 114, 122 cm), Piedini in Gomma...
Relaxdays 10020801, Trampolino, Tappeto, Elastico E Pieghevole Unisex – Adulto, Blu, 22 x 95 x 95...
V-Fit GE2, Tappeto Elastico
OneTwoFit 101 cm Trampolino Fitness Richiudibile Resistente & Sicuro con Copertura di Protezione e...
Garlando
Physionics®
Relaxdays
V-Fit
ONETWOFIT
OffertaBestseller No. 41
Garlando Fit & Balance, Trampolino Indoor, M (Ø 122 cm), Nero/Blu
Garlando Fit & Balance, Trampolino Indoor, M (Ø 122 cm), Nero/Blu
65,90 €54,90 €
Bestseller No. 42
Physionics Mini Trampolino - Diametro a Scelta (81, 91, 96, 102, 114, 122 cm), Piedini in Gomma...
Physionics Mini Trampolino - Diametro a Scelta (81, 91, 96, 102, 114, 122 cm), Piedini in Gomma...
DIAMETRO: 102cmPESO MASSIMO SUPPORTATO: 100 kgMATERIALE: Acciaio / Nylon
Bestseller No. 43
Relaxdays 10020801, Trampolino, Tappeto, Elastico E Pieghevole Unisex – Adulto, Blu, 22 x 95 x 95...
Relaxdays 10020801, Trampolino, Tappeto, Elastico E Pieghevole Unisex – Adulto, Blu, 22 x 95 x...
Pratico: attrezzatura per il fitness salvaspazioFlessibile: facile e veloce da montareTraining: migliora equilibrio, forma fisica e coordinazione
Bestseller No. 44
V-Fit GE2, Tappeto Elastico
V-Fit GE2, Tappeto Elastico
Bestseller No. 45
OneTwoFit 101 cm Trampolino Fitness Richiudibile Resistente & Sicuro con Copertura di Protezione e...
OneTwoFit 101 cm Trampolino Fitness Richiudibile Resistente & Sicuro con Copertura di Protezione...

Il tappeto elastico è un prodotto che sta andando molto di moda in questi anni. Si tratta di una tendenza molto in voga anche nelle palestre poiché il suo utilizzo apporterebbe numerosi benefici alla linea. Il tappeto elastico, chiamato anche trampolino, molto discusso da alcuni, è apprezzatissimo in maggior misura dalle donne. Il motivo? Secondo alcuni pareri esperti infatti un utilizzo costante del tappeto favorisce l’eliminazione e il trattamento dell’antiestetica cellulite. Il tappeto elastico per questo fa la sua comparsa in numerose palestre e ad esso si dedicano diverse ore di esercizio aerobico. Qualcuno potrebbe pensare che saltellare non è un buon modo di fare attività fisica e che per eliminare la cellulite serve altro.

In realtà esiste un principio che sta alla base del funzionamento del tappeto in questo senso. E in questo articolo ve lo sveleremo. Quello che si fa con il tappeto elastico a livello sportivo, si chiama Superjump. Si tratta di un’attività che mette in moto diversi muscoli del corpo, in primo luogo le gambe. Ma non solo: per poter effettuare una spinta considerevole, anche schiena e braccia vengono coinvolti. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che mezz’ora di attività continua sul tappeto equivale, in termini di benefici organici, ad un’ora di corsa. Dunque si tratta di una vera e propria attività aerobica che apporta risultati sono tangibili.

 

Benefici del tappeto elastico sulla pelle a buccia d’arancia

La panniculopatia, comunemente chiamata cellulite, è una situazione patologia in cui versa il tessuto sottocutaneo di alcuni ristretti del corpo. A favorirne la comparsa concorrono diversi fattori: cattiva alimentazione, obesità, sedentarietà e microcircolazione compromessa. Quest’ultima componente, viene molto spesso presa poco in considerazione: in realtà è molto frequente che la cellulite sia dovuta proprio al cattivo funzionamento della micro-circolazione. Molte donne, sono erroneamente convinte che la cellulite sia una conseguenza diretta del grasso sottocutaneo. In realtà, il grasso è soltanto un elemento ulteriore che va ad ostacolare il normale a livello capillare con conseguente comparsa della cellulite.

L’attività aerobica per questa ragione, è un tipo di attività sportiva assolutamente fondamentale per questa condizione. La pelle a buccia d’arancia è sinonimo di una circolazione a livello capillare (micro-circolazione) compromessa. Spesso, oltre al grasso, vi è una forte predisposizione genetica a sviluppare la cellulite ed anche in visione di questo motivo, occorre ricorrere ai ripari.

Il tappeto elastico consente di saltare e quindi di rimbalzare ripetutamente sulla superficie del telaio. In che modo quindi possiamo dire che il tappeto apporti benefici al corpo e a trattare la cellulite? Rimbalzando viene a favorirsi il movimento della valvola idraulica che regola il nostro sistema linfatico. Questo apparato, è il principale responsabile del drenaggio dei liquidi corporei, soprattutto quelli che trasportano tossine e sostanze di rifiuto potenzialmente dannosi per l’organismo.

La micro circolazione, è spesso ostacolata perché incontra nel suo percorso diverse sostanze di scarto, come nicotina (derivante dal fumo di sigaretta) e grassi saturi provenienti da un’alimentazione altamente scorretta. Ma non solo: la circolazione capillare, responsabile del trasporto di liquidi che a loro volta portano tossine e sostanze di rifiuto, può essere geneticamente mal funzionante e per questo più bisognosa di essere stimolata da fattori esterni. Saltando sul tappeto si va ad effettuare un vero e proprio massaggio linfatico, una sorta di stimolazione di tutti quei punti di ristagno che si trovano generalmente a livello delle caviglie e dietro il ginocchio.

Vantaggi del tappeto elastico rispetto alla corsa o alla camminata

Diciamoci la verità: correre e camminare a lungo non è certamente piacevole e divertente come saltare su un tappeto elastico. In Germania, uno studio effettuato sull’attività aerobica, ha dimostrato che saltando si possono ottenere gli stessi benefici psico-fisici della corsa o della camminata. Inoltre, sono tantissime le persone che per diverse motivazioni non possono correre: le persone con un BMI (indice di massa corporea) elevato, ad esempio non possono apprestarsi alla corsa poiché l’impatto sul cemento provocherebbe un deterioramento delle articolazioni della caviglia. E’ questo il caso di chi soffre di obesità oppure di chi per pigrizia non riesce a svolgere alcuna attività sportiva mettendo seriamente a rischio la propria salute cardio-vascolare.

La sedentarietà ostacola fortemente la circolazione; per questo il tappeto elastico è la soluzione alternativa a chi ha poco tempo e poca voglia di cimentarsi in un’ora di attività aerobica. Il superjump consente di mettere in movimento e di stimolare il sistema linfatico a partire da un semplice salto su tappeto elastico. Non vi è il rischio di sovraccaricare sulle articolazioni ma soltanto il beneficio di attivare i riflessi propriocettivi al momento della spinta e dell’atterraggio.

Per quanto tempo è necessario il superjump?

Come tutti gli sport che si rispettino, anche il superjump necessita di un’attività costante per avere un riscontro tangibile dei risultati. Non ci si può certamente auspicare che dopo una prima seduta o dopo uno o due sedute si riescano a vedere dei miglioramenti. La cellulite, come patologia e condizione patologica del tessuto sottocutaneo va adeguatamente e seriamente trattata coniugando un corretto stile di vita fatto di alimentazione sana ed equilibrata, assenza di sostanze altamente nocive come fumo di sigaretta, alcol e zuccheri raffinati, con un’attività fisica regolare.

Assodati questi presupposti, possiamo occuparci del superjump nello specifico. Una seduta sportiva con questo attrezzo può essere effettuata sia a casa propria, nel proprio giardino o nel salone di casa a seconda del modello di tappeto elastico che abbiamo a disposizione, oppure in palestra frequentando i corsi appositamente organizzati con il tappeto elastico. A casa propria possiamo modulare il tempo a proprio piacimento e decidere di utilizzare il tappeto nei momenti a noi più congeniali. E’ sufficiente saltare per una ventina di minuti al giorno, tutti i giorni per vedere dei risultati concreti già dopo 3-4 settimane.

E’ molto importante essere costanti sia a cadenza quotidiana che a livello di tempo dedicato durante la seduta stessa. Qualcuno potrebbe pensare che anche interrompendosi nell’arco dei venti minuti prestabiliti per poi ricominciare in un secondo momento è sufficiente a svolgere bene l’attività. In realtà per far sì che il sangue raggiunga i distretti muscolari in maniera adeguata, è importante essere costanti e non interrompere l’esecuzione dell’esercizio nei primi venti minuti. Questo tempo è necessario all’organismo per mettere in moto la circolazione e attivare tutti i riflessi propriocettivi nonché la pompa idraulica.

Esercizi con il tappeto elastico

Nel mondo fitness sono state coniate delle vere e proprie discipline che utilizzano il tappeto elastico. Oltre alla parola Superjump che definisce in generale il salto effettuato sul tappeto, la disciplina più in voga è il Rebounding o Rebound fitness. Queste attività, svolte per lo più in palestra, prevedono lo svolgimento di esercizi mirati, effettuati in sequenza e a ritmo di musica. Il divertimento è sicuramente assicurato, ma non si pensi si tratti di una disciplina blanda: occorre sudare e faticare per almeno 30 minuti. In palestra, un istruttore potrebbe arricchire la lezione ricorrendo all’utilizzo di pesi e manubri che vanno a stimolare sicuramente in maniera più efficacie la circolazione e il dispendio energetico. 

  • Per iniziare gli esercizi di qualsiasi tipo e per qualsiasi distretto muscolare, è importante iniziare dal riscaldamento. Per prima cosa occorre appoggiare i piedi sul tappeto e saltellare senza mai staccarli dalla superficie. In questo modo si entrerà in confidenza con il tappeto prima di iniziare la lezione.
  • Successivamente si inizia con un movimento blando della braccia per coordinare il salto alla parte alta del corpo. L’esecuzione prevede di portare le braccia avanti alternandole. Contemporaneamente continueremo a saltellare senza staccare i piedi dal tappeto.
  • Il terzo passaggio è quello che ci consente di addentrarci nel vivo dell’esercizio: contando 4 secondi saltiamo sul posto e poi allarghiamo le gambe quando siamo in aria. Procediamo così per almeno 5-6 volte.

Gli esercizi per gli addominali si chiamano Jumping Jacks e prevedono di saltare e atterrare a ritmo di musica, piegando il busto in avanti una volta staccati i piedi dal tappeto. Saltando occorre divaricare le gambe e al contempo piegare il tronco verso le gambe, atterrare in posizione eretta e proseguire per almeno 3-4 serie di 10 ripetizioni ognuna.

Se sono le gambe e i glutei i distretti muscolari che si vogliono allenare invece si procede con gli Jumping squat. L’esecuzione di questa tipologia di esercizio è veramente semplice: si parte con le gambe piegate e si saltella sul posto per un breve riscaldamento. Successivamente, mantenendo la posizione si salta e si atterra effettuando il classico squat.

Lo squat si esegue accovacciandosi letteralmente. L’esercizio prevede infatti di portare il bacino indietro e verso il basso come si fa normalmente per sedersi.

Classifica dei migliori tappeti elastici per fitness di Novembre 2019

No products found


Back to top
Scelta Tappeto Elastico